Pubblicato il

Guida alla città di Bologna: i migliori luoghi da visitare per gli amanti del cibo

L’apertura di un parco a tema ‘Cibo’ rafforzerà ulteriormente la reputazione di Bologna come capitale culinaria italiana, ma la città ha ancora molto da offrire, tra cui la superba arte, la musica e l’architettura medievale.

La più antica città universitaria d’Europa (fondata nel 1088) è stata un paradiso per intellettuali e tipi creativi, dal momento che i luminari come Dante e Petrarca vissero lì intorno al XIV secolo. Le capitali culturali possono ossificarsi nel tempo, ma l’afflusso costante di giovani a Bologna ha mantenuto viva la città. Di sera, i caffè si inondano con i Bolognesi, dalle signore dell’alta società alle studentesse universitarie che discutono di politica mentre sorseggiano un aperol spritz.

Piazza Verdi attira musicisti e punk dreadlocked, mentre i bar sotto gli archi di Piazza Santo Stefano sono un luogo incantevole per un appassionato di sera. Nei fine settimana la centrale Ugo Bassi e Via Rizzoli, insieme alla perpendicolare Via dell’Indipendenza, sono pedonali e riempiono di negozi e artisti di strada. Al tramonto, le folle di studenti escono dai bar lungo Via Zamboni e le si spostano verso luoghi più raffinati a Via del Pratello.

Bologna ha diversi soprannomi – la dotta e la rossa (per la sua celebre storia politica orientata verso sinistra) – ma è la grassa (forse il più adatto). Il cibo è un grande affare qui, come in tutta la regione Emilia-Romagna – la casa del prosciutto di parma, aceto balsamico e parmigiano. Le carni curate, i formaggi stagionati, la crema, il burro, il gioco e il tartufo abbondano in questa cucina più indulgente e l’autunno, con i suoi funghi porcini e castagne dolci, è un ottimo momento da visitare.
Molti pescatori pesanti della cucina italiana – tagliatelle al ragù, mortadella, tortellini, lasagne alla bolognese – sono originali e sono al loro meglio. I classici hanno ancora l’orgoglio del posto, ma negli ultimi anni la gamma dei ristoranti si è allargata. E il prossimo mese vede l’apertura del Fico Eataly World, un attesissimo parco tematico da 100 milioni di alimenti.

Eataly World aprirà il 15 novembre, con corse, laboratori, ristoranti, pascoli, un frutteto e un vigneto per degustare e conoscere tutto, dalla produzione di latticini alla produzione di prosciutto. Ci saranno tricicli per esplorare il complesso di 20 ettari, l’ingresso è gratuito, le varie attività partono da € 10 a persona e un hotel si aprirà l’anno prossimo.

Questo potrebbe essere l’attrazione più culinaria della città, ma non è l’unica. Per uno sguardo più personale alla cucina bolognese, prenota uno dei corsi di cucina intima di Rita Mattioli, che ti farà sentire a casa grazie alla cucina di famiglia. Se sei un novizio, impara ad arrotolare fogli di pasta traslucida o cercando di riprodurre un tiramisù professionale.

Non vedi l’ora di visitare una tra le più belle città italiane, come Bologna? Clicca qui e approfitta delle offerte Smartbox!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *